Genova con i bambini: informazioni pratiche per organizzare il vostro viaggio

GENOVA-CON-BAMBINI

Abbiamo inaugurato il 2020 nel modo che più ci piace: 2 giorni e mezzo a Genova io e il mio giovane esploratore. Ero stata a Genova più di dieci anni fa, quando non ero ancora mamma, e le priorità erano i locali e andare a trovare gli amici che avevo conosciuto in Germania. Genova con il suo Porto Antico ha confermato tutte le mie aspettative di essere una città a misura di famiglia, perfetta da esplorare con i bambini.

Come arrivare a Genova con i bambini

In verità già durante le vacanze di Natale del 2019 volevo andare a Genova, poi c’è stato un cambio di programma e siamo partiti in direzione Trento per respirare un po’ di aria dei mercatini di Natale e visitare il Muse. Anche quest’anno c’è mancato poco, ma questa volta è stata solo posticipata la partenza di un giorno: alle 8 del mattino eravamo in stazione ad aspettare il nostro treno (da Piacenza partono 3 interregionali diretti al giorno e in meno di due ore si arriva alla stazione di Genova Principe), zaino in spalla e il kit di sopravvivenza composto da merenda, libri e una certa quantità di disegni da colorare. La scelta dello zaino al posto del trolley è stata davvero azzeccata, visto che da Principe abbiamo raggiunto il nostro appartamento in Piazza Caricamento con una bella passeggiata a piedi di circa 1 km. Ci si può spostare anche con i mezzi pubblici, ma visto il sole per noi non c’era gara. Sinceramente credo che il treno sia il mezzo più comodo per raggiungere Genova, perchè si autorisolve il problema traffico e parcheggio. Se però decidete di visitare Genova in giornata, l’auto rimane probabilmente l’unica soluzione per avere maggior flessibilità di orari.

Quanti giorni trascorrere a Genova con i bambini

La maggior parte delle persone visita Genova in giornata o si ferma solo un weekend (una notte) concentrandosi sull’Acquario. Con i bambini i tempi diventano più dilatati, quindi il mio consiglio è di trascorrere almeno due notti a Genova, ma ci sono talmente tante cose da fare e da vedere che si potrebbe tranquillamente fermarsi tre o quattro notti per vedere anche Nervi e Boccadasse, oppure salire con le diverse cremagliere e funicolari e passeggiare in collina.

genova-con-bambini
Il Porto Antico dall’alto: a Genova troverete tantissime attività adatte a grandi e piccoli

Dove dormire a Genova con i bambini

Se visitate Genova con i bambini per la prima volta, vi consiglio di concentrare la vostra visita alla zona del Porto Antico e del centro: ci sono tantissime cose da fare e alloggiare in queste zone girando a piedi è sicuramente la soluzione più comoda.

genova-con-bambini
Il nostro appartamento a Genova

In zona non c’è che l’imbarazzo della scelta tra hotel, B&B e appartamenti: noi abbiamo prenotato l’appartamento Gio’ & Gio’ Little House su Booking e lo consigliamo a chiunque voglia visitare Genova con i bambini: abbiamo trovato un bilocale ristrutturato di fresco, con tanti piccoli dettagli che ci hanno fatto sentire a casa (una guida di Genova, gli indispensabili per la colazione, la scritta benvenuti, ma soprattutto la gentilezza della padrona di casa). Uscendo ci si trova di fronte all’acquario di Genova e a tutto il Porto Antico e dall’uscita sul retro si raggiunge il centro con i suoi vicoli, oltre a un comodissimo supermercato Ekom per fare la spesa.

Dove mangiare a Genova con i bambini

Quando viaggio con il mio giovane esploratore, preferisco alloggiare in un appartamento sia perchè gli spazi sono più ampi rispetto ad una camera d’albergo, sia per poter cucinare in casa. Al di là del risparmio economico, rientrare a casa e mangiare un piatto di pasta è un modo per viaggiare più a misura di bambino. Ma ovviamente non ci siamo fatti mancare la focaccia acquistata in un forno del centro, una merenda con una super brioche a Spianata Castelletto e due cene fuori.

La prima sera abbiamo mangiato in Piazza Raibetta sempre nel Porto Antico da Settepolpette: un locale piccolo e suggestivo che offre decine di tipi di polpette in tutte le salse, e menú degustazione per assaggiarne quante ne vuoi.

La seconda sera invece abbiamo mangiato da Eataly: il negozio si trova sempre in Piazza Caricamento di fronte al Bigo, l’ascensore panoramico. Salite all’ultimo piano dove potrete scegliere tra un ristorante stellato, uno dedicato ai sapori del mare e il più classico Pizza & Cucina. Se arrivate presto, magari riuscite ad accaparrarvi anche un posto vicino alle finestre con una vista magnifica sul Porto Antico, Se invece ci fosse coda e preferite non aspettare, al bancone si mangia lo stesso menú e vi servono subito. Che scegliate i piatti tipici della cucina ligure o la pizza, da Eataly non si sbaglia.

Cosa vedere a Genova con i bambini

Genova, in particolare la zona del Porto Antico, offre moltissime attività adatte ai piú piccoli: la piú famosa è sicuramente l’Acquario, ma a noi è piaciuta moltissimo anche la Città dei bambini, tanto che siamo tornati per due pomeriggi di fila. Vi racconterò nel dettaglio la nostra esperienza in queste due attrazioni in un post dedicato.

genova-con-bambini
La città dei bambini è un museo interattivo tutto da esplorare

Vi consigliamo sicuramente un giro sul trenino Pippo, che in circa 40 minuti vi permetterà di vedere i principali monumenti del centro storico. La partenza è e di fronte all’acquario e i biglietti si fanno direttamente sul posto (8 euro gli adulti e 4 i bambini da 4 a 12 anni). Unico neo è che il treno non ha orari fissi, ma parte solo quando ha un numero sufficiente di passeggeri. Quindi aguzzate la vista e se vi sembra pieno, affrettatevi a salire.

Noi siamo saliti su Bigo, l’ascensore panoramico, che vi permetterà di godere un panorama a 360 gradi dal mare alle colline perchè la cabina ruota. Biglietto incluso nell’Acquario Village; calcolate circa mezz’ora tra operazioni di salita e discesa di tutti i passeggeri.

Nel Porto Antico trovate anche un piccolo parco giochi, la classica giostra (proprio di fronte all’ingresso dell’appartamento che avevamo scelto noi), una zona con giochi gonfiabili, la biblioteca per bambini e ragazzi Edmondo De Amicis, la Biosfera, il Museo del Genoa la squadra di calcio, la pista di pattinaggio sul ghiaccio in inverno, la piscina estiva, una miriade di ristorantibargelaterie che di sicuro qui non si muore di fame,il cinema multisala The Space. E a breve distanza il Galata Museo del Mare, già segnato tra le cose da vedere al prossimo giro a Genova.

Dal Porto Antico partono anche le escursioni in barca per l’avvistamento dei cetacei, ma vista la durata di 3/4 ore almeno, credo che possano essere apprezzate davvero da bimbi un po’ più grandi.

Lo ammetto, abbiamo visto davvero poco del centro di Genova, ma non ci siamo fatti mancare una salita con l’ascensore Castelletto che collega Piazza Portello al Belvedere Castelletto da dove potete ammirare una vista unica su La Suprema. Genova offre diversi mezzi di trasporto particolari – ascensori, funicolari, la cremagliera, perfino una Navebus – che collegano i diversi quartieri di una città tutta sviluppata in verticale. Per essere sempre aggiornati sugli orari, sugli impianti attivi e i costi del biglietti, potete consultare il sito dell’ATM qui.

genova-con-bambini
L’acquario di Genova, una tappa imperdibile per chi visita la città con i bambini

Genova ci ha conquistato e appena capiterà l’occasione cercheremo di tornare (anche se a dirla tutta meriterebbe anche un weekend senza bambini al seguito per vedere musei magari meno coinvolgenti per i bambini e per fare km su e giù per carruggi e creuze).

Dopo una lunga pausa, sono tornata a scrivere perchè viaggiare e parlare di viaggi restano le mie più grandi passioni.

 

 

6 Comments

  1. Mi vergogno tantissimo ogni volta che dico questo: abito a due ore di macchina da Genova eppure non ci torno da tantissimo tempo! In pratica ho visto solo l’acquario e ho fatto una breve passeggiata in centro, quindi devo assolutamente rimediare soprattutto perché so che troverei tante cose buone da mangiare.
    Che carini l’appartamento!

    "Mi piace"

  2. È da un po’ che non visito Genova e mi piacerebbe tornare portando mio figlio, soprattutto per fargli scoprire l’Acquario e il Museo del Mare. Mi ispira anche il trenino visto che di solito non ce ne facciamo scappare uno.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...