Cosa fare a Grado se piove

cosa-fare-a-grado-se-piove

Anche a Grado, l’Isola del Sole, talvolta piove. Ma non temete, in caso di brutto tempo come è capitato a noi durante la nostra vacanza primaverile, a Grado e nei dintorni ci sono diverse cose da fare se piove. Il fatto di avere alcune attività alternative al coperto in caso di pioggia è stato proprio uno dei motivi per cui ho scelto Grado come meta per i nostri tre giorni a fine aprile. Ma vediamo nel dettaglio cosa fare a Grado se piove.

Terme Marine

Le terme marine sono state la nostra salvezza per ben due pomeriggi consecutivi, e – fosse stato per il giovane esploratore – lui a mollo nell’acqua di mare riscaldata ci sarebbe stato probabilmente anche tutti gli altri giorni. Grado era una meta molto ambita dall’aristocrazia ottocentesca proprio per le proprietà benefiche e curative riconosciute all’acqua salmastra, alla sabbia e all’aria di quest’isola lagunare. Una storia che ha le sue origini al tempo della colonia romana di Aquileia e ha vissuto fasi alterne di notorietà. Recentemente le terme marine sono state riaperte al pubblico e offrono cure termali “classiche” convenzionate con il sistema sanitario nazionale, trattamenti del centro benessere e le piscine con acqua di mare riscaldata.

Le terme marine si trovano all’ingresso 6 della spiaggia, sono ben indicate e in zona ci sono alcuni posti con parcheggio libero o a disco orario e altri a pagamento. Noi abbiamo scelto di acquistare l’ingresso da 2 ore al costo di 9 euro per gli adulti, la giornata intera costa 12 euro, mentre i bambini fino a 6 anni entrano gratis. Viene richiesta una cauzione di 2 euro per la tessera elettronica che dovete restituire all’uscita. Prima di entrare negli spogliatoi occorre togliere scarpe e giacca, potrete poi cambiarvi nei camerini e lasciare cambio e borsa negli armadietti con chiave (serve una moneta da 1 euro da inserire nella serratura). Per entrare in acqua è richiesta la cuffia; in biglietteria è possibile acquistare cuffia, occhialini, costume e accappatoio (nel caso in cui non abbiate nulla con voi). Le terme marine sono composte da 2 piscine, una per il nuoto libero con le corsie e una con acqua più bassa e idromassaggio; a bordo vasca troverete una cesta con dei braccioli disponibili e le tavolette per il nuoto.

grado-con-bambini
Fare il bagno nell’acqua di mare riscaldata e’ molto divertente!

Le terme marine sono frequentate dai gradesi, famiglie con bambini ma anche anziani che fanno riabilitazione e fisioterapia in acqua. Per noi trascorrere qualche ora nell’acqua calda guardando il mare mosso fuori dalle vetrate è stato davvero rilassante, ed ha avuto il benefico effetto di far crollare mio figlio prestissimo la prima sera.

Qui trovi tutte le informazioni aggiornate sulle terme marine di Grado.

All’uscita delle piscine si trova un bellissimo parco giochi con numerosi postazioni adatte alle varie fasce d’età: navi, scivoli, un drago, un tappeto elastico, un escavatore, strutture su cui arrampicarsi, altalene… un vero paradiso.

Il MuCa Museo della Cantieristica di Monfalcone

La seconda esperienza da non perdere se siete in vacanza a Grado (anche con il sole) è visitare il MuCa Museo della Cantieristica a Monfalcone. Questo museo innovativo è ospitato al pianterreno dell’ex Albergo Operai nel quartiere di Panzano, edificio in cui abitavano gli operai celibi che lavoravano nei cantieri navali. L’allestimento è molto suggestivo e permette di scoprire sia la storia della cantieristica navale, scoprendo come si costruivano navi e velivoli, sia lo sviluppo del Villaggio Panzano che ruotava attorno al cantiere, sia le testimonianze delle persone che hanno vissuto qui.

grado-con-bambini-muca
Il MuCa – Museo della Cantieristica di Monfalcone: per scoprire tutto sulla costruzione delle navi e sulla storia di questi cantieri e della sua gente.

Una linea del tempo, un simulatore di gru, un tunnel sensoriale, la camera delle meraviglie con i modellini delle navi, il tour virtuale nel teatro del quartiere, i video che narrano la storia di alcuni personaggi chiave del cantiere, schermi e tavoli touchscreen, la sala delle colonne ma anche la possibilità di partecipare a laboratori per bambini e visite guidate al museo e all’esterno nel quartiere Panzano: tutto questo è il MuCa.

I mezzi di trasporto affascinano i bambini, se ci aggiungete che a loro sembrerà di vivere dentro un videogame o un gioco di ruolo il gioco è fatto: non vorranno più uscire da questo museo.

Il biglietto d’ingresso costa 7 euro per gli adulti, ridotto dai 5 ai 25 anni e gratuito fino ai 5 anni. Gli orari del museo sono abbastanza ridotti al momento, ma possono subire delle variazioni in occasione delle feste: vi consiglio quindi di controllare sul sito del museo per essere sempre aggiornati.

muca-grado-se-piove
Il simulatore della gru al museo MuCa.

I visitatori hanno un parcheggio dedicato gratuito e per chi volesse provare un’esperienza davvero immersiva, è possibile soggiornare al Nuovo Albergo Operai, in un’altra ala dell’edificio del museo. L’hotel è stato interamente ripensato e ristrutturato, ma la collocazione in un edificio storico lo rende davvero unico.

Monfalcone dista circa 25 minuti in auto da Grado.

Palmanova Outlet Village

Dopo il benessere e la cultura, perchè non dedicarsi a un po’ di shopping? A Palmanova trovate un outlet con oltre 90 negozi dove potrete passeggiare tranquillamente perchè interamente pedonale. Il modello richiama quello di una cittadina commerciale, dove ogni negozio ha la sua casa colorata dai toni pastello. Il Palmanova Outlet Village è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20.

La vera chicca secondo me è il parco giochi a forma di castello che richiama nella base la stella della città fortificata di Palmanova. Torri di guardia, ponti tibetani, scivoli toboga, ma anche altalene e dondoli adatti ai più piccoli: la cosa più difficile sarà venir via da questo parco giochi.

palmanova-grado-se-piove
Il parco giochi a forma di fortezza al Palmanova Outlet Village

Ovviamente è possibile visitare anche la città di Palmanova, inserita tra i siti Unesco Patrimonio dell’Umanità: città fortezza pianificata dai veneziani nel 1593, è chiamata la “città stellata” per la sua pianta poligonale a stella con 9 punte; nel corso dei secoli il sistema di fortificazioni si è ampliato fino a raggiungere l’attuale struttura a tre cerchia. In città sono presenti il Museo Civico e il Museo Militare a testimonianza del passato “bellico” di Palmanova. Un’occasione interessante per scoprire questa città in tutto il suo splendore è la rievocazione storica A. D. 1615 Palma alle Armi che si svolge a inizio settembre, una delle più importanti rievocazioni in costume in tutta Italia.

Sul sito dell’ufficio del turismo di Palmanova trovate maggiori informazioni sulla città, sui monumenti e sugli eventi in corso.

Il Palmanova Outlet Village dista da Grado circa 30 minuti.

Aquileia

L’ultima meta da non perdere se siete in vacanza a Grado (con il sole o con la pioggia) è l’antica colonia romana di Aquileia: fondata da Romani come colonia militare nel 181 a.C., vive il suo massimo splendore sotto il dominio di Cesare Augusto (27 a.C. – 14 d.C.) diventando capitale della X Regio “Venetia et Histria”. Grazie alla sua posizione strategica, il suo porto fluviale prospera e con esso il commercio e l’artigianato garantendo ad Aquileia il ruolo di una delle più importanti metropoli dell’Impero Romano. Ma la sua fortuna prosegue anche durante il crollo dell’Impero Romano: Aquileia si trasforma in un centro della prima cristianità e la sua Basilica patriarcale vanta il mosaico pavimentale più esteso di tutto il mondo cristiano occidentale. Parliamo di un’opera che risale al quarto secolo dopo Cristo!

grado-con-bambini-guida-aquileia
Piazza della Basilica ad Aquileia.

Al termine della visita della Basilica è possibile salire sul campanile e da qui godere di una vista a 360 gradi sulla pianura friulana e sulla laguna. Sono visitabili inoltre il foro romano, il porto fluviale, il sepolcreto ed alcune abitazioni private mentre diversi reperti sono stati raccolti e conservati nel Museo Archeologico Nazionale e nel Museo Paleocristiano. Anche Aquilieia è stata riconosciuta sito Unesco Patrimonio dell’Umanità per l’importanza della sua area archeologica.

Onestamente non sono riuscita a vedere quasi nulla di Aquileia, meta non proprio semplice da visitare con un bambino tra i 3 e i 7 anni, ma in futuro tornerò sicuramente per vedere con i miei occhi le meraviglie raccontate in questo suggestivo video prodotto dall’Ente del Turismo del Friuli Venezia Giulia.

Una tappa che invece mette di sicuro d’accordo tutti è la merenda alla Pasticceria Mosaico che affaccia direttamente sulla piazza della Basilica: un tripudio di gusto e golosità. Noi abbiamo assaggiato un pasticcino con mousse di cioccolato e una tortina con mandorle e gocce di cioccolato, ma i prodotti spaziano dalla pasticceria secca, al cioccolato, ai prodotti senza glutine al gelato nei mesi estivi. La pasticceria organizza inoltre visite guidate con degustazioni e laboratori per bambini.

Aquiliea dista 10 chilometri da Grado ed è collegata anche attraverso una pista ciclabile. Nella cittadina troverete diversi parcheggi a pagamento, mentre nelle vie laterali è possibile trovare anche qualche posto gratuito o con disco orario.

Qui trovate diverse informazioni per organizzare la vostra visita ad Aquileia.

grado-con-bambini-guida-aquileia
Merenda alla pasticceria Mosaico di Aquileia.

Queste sono le principali cose da fare a Grado e nei dintorni se piove; per chi volesse fare un po’ di strada in più, è possibile raggiungere la città di Trieste che offre ancora più attrazioni ed attività per grandi e piccini.

Se questo post ti è piaciuto, condivilo su Facebook o Pinterest e segui le nostre avventure in giro per l’Italia o dietro casa sulla pagina Facebook di Ingirovagandomum.

Potrebbe interessarti anche:

10 cose da fare con i bambini in primavera

Caorle con i bambini: come organizzare la tua vacanza

Trento con i bambini: guida alla cittàTrento con i bambini: guida alla città

 

Annunci

8 Comments

  1. Ottimi consigli, fra tutti io ho adorato Aquileia, ma devo ritornarci solo per assaggiare quel buonissimo capuccino con dolcetto! A parte gli scherzi ci sono tanti bei posti da visitare vicino Grado, anche se non c’è il sole.

    Mi piace

  2. Mi piace un sacco che le opzioni accontentino praticamente tutti. Terme, museo, outlet e gita fuori porta sono perfetti per le giornate in cui il sole non è proprio dalla nostra parte. Senza contare la pausa con tanto di cappuccino e dolce. Davvero ottimi consigli!

    Mi piace

  3. Quante cose interessanti da fare a Grado! Non ci sono mai stata, ma è da un po’ che ne sento parlare, e la mia curiosità aumenta sempre di più! Mi piacerebbe tantissimo vedere anche Aquileia!

    Mi piace

  4. Ad ogni viaggio cerco sempre di pensare a un piano B per aver qualcosa da fare in caso di pioggia. Questo post quindi dà un sacco di informazioni utili.

    Mi piace

    1. Soprattutto se viaggio da sola con il mio bambino, cerco sempre delle mete che offrano anche attivita’ da fare al coperto per non rischiare di rovinare completamente la vacanza. Mi fa piacere che questo post ti possa essere utile.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...