3 settimane in Thailandia: un itinerario di viaggio

3-settimane-thailandia-itinerario

A dicembre concludiamo il nostro giro del mondo con #12mesiper12blogger e torniamo in Asia insieme a Julia del blog Zuccherofarinainviaggio: Julia ci racconta il suo viaggio itinerante in Thailandia alla scoperta di templi, mercati galleggianti, natura e metropoli.

La Thailandia è stata la nostra destinazione di viaggio durante l’estate 2009 quando ancora non avevamo bambini. L’estate era per noi il periodo più semplice per prendere un periodo di ferie lungo, il nostro viaggio è durato infatti poco più di tre settimane. Alla Thailandia avevamo poi abbinato la visita della Cambogia.

3-settimane-thailandia-itinerario
I templi sono un’attrazione imperdibile per chi visita la Thailandia: questo è il Tempio Bianco.

Il viaggio ha toccato diverse località : la capitale Bangkok e la zona limitrofa con l’antica capitale del regno del Siam Ayutthaya , i mercati locali ( sia quello galleggiante che  quello ferroviario) la zona di Kanchanaburi, zona toccata dalla seconda guerra mondiale.

In seguito abbiamo lasciato il paese per spostarci via aerea in Cambogia per poi rientrare con un volo low cost all’aeroporto di Chiang Mai. Chiang Mai è stata la nostra base per visitare la parte nord del Paese che comprende il triangolo d’oro . Gli ultimi giorni di vacanza  li abbiamo dedicati alle lunghe e belle spiagge di Ko Samui.

Il viaggio è stato organizzato diversi mesi prima in completa autonomia; mi sono occupata personalmente di scegliere  i voli intercontinentali, l’itinerario, i voli interni e gli alloggi.

3-settimane-thailandia-itinerario
A nord di Bangkok si trova il sito archeologico di Ayutthaya, dove potrete ammirare molti templi splendidamente conservati.

Partendo da Milano non era disponibile il volo diretto e pertanto abbiamo scelto un volo con scalo negli Emirati Arabi con la compagnia Ethiad, questo per due motivi la comodità e i servizi della compagnia oltre al non aver problemi con visti per  transiti, etc.

Anche gli alberghi ho voluto prenotarli da casa per evitare nel trambusto di un viaggio itinerante la preoccupazione di scegliere un posto adeguato da un posto all’altro. Nove anni fa  ma anche ora, a prezzi medi è possibile avere dei servizi ottimi, questo grazie anche al cambio favorevole ed al costo della vita inferiore al nostro. Non abbiamo scelto il lusso ma posti dove fosse garantito uno standard di igiene elevato e servizi di qualità. Per questo motivo questo viaggio è fattibile anche con i bambini.

3-settimane-thailandia-itinerario
Uno scatto della popolazione thai.

Solo a Bangkok per una sera abbiamo scelto di concederci un hotel spettacolare in un grattacielo che al momento è diventato il secondo più alto della città,  Bayoke Sky, superato qualche anno fa da un nuovo edificio.

Per quanto riguarda gli spostamenti locali  via terra abbiamo organizzato delle escursioni giornaliere in loco con l’albergo. Per il piccolo tour partito da Bangkok avevamo invece contattato direttamente dall’Italia un’agenzia locale che con una guida ed un autista ci ha accompagnato per due giorni alla visita della zona fuori città.

Nelle città ci siamo spostati con i mezzi locali, taxi e tuk tuk. Questi ultimi  somigliano alle nostre vecchie  ape car opportunamente allestite nel cassone con dei sedili. Molto caratteristici ma da usare per brevi tratti e soprattutto non nella capitale dove le strade sono affollate e ricche di smog.

3-settimane-thailandia-itinerario
I tuk tuk sono l’immancabile mezzo di trasporto nel Sud Est asiatico.

La Tailandia è la meta ideale per conciliare cultura e relax  e per chi vuole scoprire una grande metropoli.

I templi spopolano nelle città ,sia a Bangkok che a Chiang Mai, occorre pertanto fare una selezione; tutti sono dedicati al Buddha. A Bangkok troviamo  templi più piccoli ed altri più grandi; i più noti sono il tempio del Buddha disteso, del Buddha d’oro e di quello di smeraldo. Non deve ovviamente mancare la visita al palazzo reale.  Prima citavo l’antica capitale, anche questa merita di essere vista,  un’alternativa alla classica escursione  via terra potrebbe essere quella di raggiungerla navigando il fiume Chao Praya che attraversa la città di Bangkok.

Noi abbiamo scelto anche di visitare la zona di Kanchanaburi dove sono presenti i memoriali dedicati alla seconda guerra mondiale ed una ferrovia molto suggestiva che percorre la zona.

Questa zona è forse meno conosciuta dalla maggior parte dei turisti. Non si può dire altrettanto dei mercati: quello galleggiante dove con una piccola lancia è possibile percorrere un tratto di fiume facendosi strada tra bancarelle e turisti ed il mercato di Mae Llong allestito e disallestito  al passaggio di un treno . Anni fa meno famoso ora è una  meta abbastanza frequentata.

3-settimane-thailandia-itinerario
La zona di Kanchanaburi spesso rimane fuori dai classici itinerari di viaggio in Thailandia e permette di scoprire un altro volto di questo Paese.

Per quanto riguarda il nord del paese anche qui c’è la possibilità di visitare diversi templi, una menzione merita assolutamente il tempio bianco di Chiang Rai, uno spettacolo unico.

In questa zona è possibile fare escursioni  nella natura e nei villaggi. Noi abbiamo visitato i villaggi delle minoranze etniche accompagnati da una guida che ci ha fatto conoscere la loro cultura e i piccoli paesi dove è molto sviluppata la produzione di artigianato locale come ventagli ed ombrellini decorati e realizzati con stoffe e legno di bamboo, tutti dipinti a mano.

Sempre partendo da lì abbiamo fatto un’escursione che ci ha portato fino al triangolo d’oro, dove si congiungono i confini di Thailandia, Laos e Birmania.

3-settimane-thailandia-itinerario
Il mercato sulla ferrovia. Foto di Mukiibi John Elijah, Unsplash.

Per concludere il nostro viaggio, visto il mese di agosto/settembre abbiamo scelto per fare mare la zona di Ko Samui, sempre raggiunta in aereo. Questa zona dalle ricerche fatte era da considerarsi la migliore in base al periodo.

Le spiagge sono lunghe e bianche, l’ideale per rilassarsi, le acque tranquille. La sera l’atmosfera era bellissima, sulla spiaggia venivano allestiti dei ristorantini che proponevano pesce e crostacei appena pescati.

I servizi erano già molto buoni allora, selezionando un itinerario adeguato è un posto che visiterei con i bambini. Anche la cucina è varia, adesso l’offerta sara’ senz’altro più ampia ma già allora anche per i più piccoli non sarebbe stato un problema con riso, pollo, pesce e frutta.

Se il racconto di Julia vi è piaciuto, sulla sua pagina Facebook e sul suo blog trovate tanti post per approfondire il suo viaggio in Thailandia e molti altri itinerari di viaggio anche con bambini.

3-settimane-thailandia-itinerario
I Buddha saranno una costante durante un viaggio in Thailandia. Foto di Alexandre Chambon, Unsplash.

#12mesiper12blogger è la rubrica mensile che ci accompagna in un giro del mondo virtuale alla scoperta di un Paese fuori dall’Europa attraverso le foto e le parole di un blogger. Nei mesi precedenti grazie a #12mesiper12blogger abbiamo esplorato:

la Nuova Zelanda,

la Siberia

l’Australia

la Giordania

Le Hawaii

Il Canada

Il Sudafrica

Il Giappone

Il Peru

Lo Sri Lanka

La Namibia

 

Annunci

16 Comments

  1. Anch’io ho fatto un viaggio di circa 3 settimane in Thailandia qualche anno fa e lo porto ancora nel cuore. Leggere di questa esperienza mi ha riportata un pò indietro nel tempo e mi ha fatto tornare nostalgia di quei luoghi che ho tanto amato e che spero di visitare di nuovo nel prossimo futuro!

    Mi piace

  2. Un articolo per me molto bello e molto utile, sono stata in Thailandia ma ho visto solo Bangkok, mi piacerebbe quest’estate fare un itinerario più lungo e con più tappe proprio come hai descritto. La zona di Kanchanaburi mi attira molto. Bellissima quest’iniziativa che permette attraverso diversi blogger di conoscere diverse destinazioni.. è bello viaggiare anche così!

    Mi piace

  3. Avevo già la Thailandia in mente da tanto come futura meta di viaggio ma ora la voglia di partire è ancora più grande. Io vorrei fare una settimana lì e una in Cambogia però quindi dovrò sicuramente fare una cernita dei posti. 🙂

    Mi piace

    1. Una mia amica quest’estate ha fatto un viaggio semi organizzato di due settimane tra Thailandia e Cambogia e le e’ piaciuta di piu’ la seconda. Ma credo sia molto soggettivo. Valuta bene l’itinerario e gli spostamenti interni se hai solo due settimane a disposizione.

      Mi piace

  4. A furia di leggere travel blog mi sto appassionando alla Thailandia! Ahah! Grazie a te e a Julia, consigli molto sensati che spero di poter imitare presto! Poi salire su un tuk tuk dev’essere fantastico, credo che applaudirei come una bambina 😀

    Mi piace

  5. Ciao è un articolo davvero interessante, io adoro viaggiare e ti seguo da tantissimo! Vorrei avere un tuo parere per questa app di viaggi si chiama triptyps e non è ancora uscita hanno solo fatto una breve presentazione, a te come ti sembra??

    Mi piace

    1. Ciao Fiorella, grazie mille per avermi scritto, mi fa molto piacere che il mio blog ti piaccia e ti possa essere utile. Non conosco questa app e guardando in giro non mi sembra si trovino molte informazioni. Devo essere sincera, io non amo particolarmente le app, preferisco cercare informazioni ancora da computer.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...