Torino tra magia ed oriente: un itinerario di due giorni

Torino-tra-magia-e-oriente-itinerario

A fine settembre sono tornata a Torino per la seconda volta nel 2018: se la prima volta viaggiavo da sola ed ho quindi costruito un itinerario ad hoc per viaggiatrici solitarie, stavolta ho visitato l’ex capitale d’Italia in compagnia di mio fratello. Ho quindi organizzato un tour di due giorni alla scoperta degli aspetti magici ed orientali di questa città famosa per il suo lato esoterico.

L’idea di trascorrere un weekend a Torino insieme era nata proprio perchè mio fratello voleva visitare il Museo Egizio: io non avevo ancora visto il nuovo allestimento inaugurato nel 2015 ed ho colto la palla al balzo. In breve tempo ho trovato i treni ed il B&B che facevano al caso nostro, e il gioco è fatto.

Secondo me il treno è la scelta più comoda per arrivare a Torino; una volta scesi a Porta Nuova in una bella mattina di sole ci siamo diretti al nostro B&B nel quartiere di San Salvario. Abbiamo soggiornato al Vitamina M, un B&B di design dai dettagli colorati che affaccia sui cortili e sulle case di ringhiera di San Salvario. Le marmellate fatte in casa servite a colazione meritano una menzione d’onore, come la disponibilità a tenere i nostri bagagli al nostro arrivo e alla nostra partenza. Questo b&B non è una sistemazione economica, ma la posizione nel cuore della movida torinese e a pochi minuti dal centro città rende tutti i gli spostamenti molto comodi.

Torino-tra-magia-e-oriente-itinerario, vitaminaM
Il B&B rosso e bianco nel cuore di San Salvario.

Dopo aver lasciato i bagagli, ci siamo diretti a piedi al Parco del Valentino, dove abbiamo fatto una passeggiata passando dal Castello del Valentino, sede della facoltà di architettura e visitabile due sabati al mese (qui trovate tutte le informazioni), al giardino roccioso fino al borgo medievale. Pur non risalendo davvero al Medioevo, questo borgo a cui si accede tramite un ponte levatoio è molto caratteristico e spesso ospita eventi e mercati oltre ad offrire la possibilità di fare visite guidate alla rocca. Noi ci siamo limitati a dare un’occhiata alle botteghe storiche e siamo poi usciti a guardare la fontana dei 12 mesi, purtroppo non attiva. Questa enorme fontana è circondata da 12 statue che rappresentano l’allegoria dei dodici mesi e i quattro fiumi che attarversano Torino. Un misto di stile liberty e rococo di grande impatto anche senza lo zampillare dell’acqua.

Torino-tra-magia-e-oriente-itinerario, parco-del-valentino
Il nostro weekend a Torino inizia dal Parco del Valentino: il Castello, il Borgo medievale e la fontana dei 12 mesi.

Siamo tornati nel quartiere di San Salvario ed abbiamo vagato senza meta tra le vie del quartiere fino al mercato coperto di Piazza Madama Cristina per poi fare un pranzo veloce da Poplette, un locale specializzato in polpette di carne, pesce o vegetariane. Varcando l’ingresso vi sembrerà di fare un tuffo negli anni 80: un videogame da bar, maschere di star wars appese ai muri, un omino lego formato gigante, il menù scritto sui piatti di carta appesi al muro a mò di quadro… Un posto perfetto per mangiare qualcosa senza spendere troppo. Una volta rifocillati ci siamo diretti verso il centro superando la stazione e percorrendo via Roma. Una tappa che vi consiglio vivamente è la gelateria Mondello, in fondo a Galleria San Federico: farete un tuffo nei sapori della Sicilia. Io ho assaggiato il gelato mandorla e cioccolato di Modica ed è stato uno dei più buoni gelati che io abbia mai mangiato.

Arrivati in Piazza Castello ci siamo seduti sulle panchine per guardare i bambini correre in mezzo alle fontane e goderci il sole di settembre. Dopo una doverosa pausa siamo andati a fare una passeggiata nei Giardini Reali: l’ingresso è gratuito e non serve fare la fila, necessaria invece per comprare i biglietti d’ingresso al palazzo, all’armeria e alla cappella della Sindone. I Giardini Reali sono un luogo perfetto per trovare un angolo di quiete in mezzo alla città e guardare il variare delle stagioni. Abbiamo imboccato Via Garibaldi, la via pedonale dei negozi, ed abbiamo raggiunto il MAO Museo d’Arte Orientale: potete acquistare il biglietto online o direttamente in biglietteria (di solito non si trova coda); date un’occhiata al calendario delle mostre temporanee perchè spesso sono davvero interessanti (qui trovate tutte le informazioni per organizzare la vostra visita al museo). Noi abbiamo visto una mostra fotografica dedicata ai Nomadi dell’Asia: un viaggio alla scoperta dei paesaggi, delle popolazioni e delle tradizioni di queste tribu itineranti dall’Iran alla Siberia passando per Mongolia e India. Il MAO è un tempio per gli appassionati di oriente: la sua collezione permanente spazia dalle armature dei samurai giapponesi, alle piastrelle decorate di blu dei Paesi Arabi, dalle statuette delle varie declinazioni delle religioni induista e buddhista al giardino zen. Per visitare questo museo considerate almeno due ore, due ore e mezza.

Torino-tra-magia-e-oriente-itinerario, MAO
Il Museo di Arte Orientale e’ un viaggio nelle culture di Paesi molto diversi tra loro: Giappone, Tailandia, India, Cina e tutto il Mondo Arabo.

Ci dirigiamo verso via Po, dove guardiamo le tipiche bancarelle dei libri usati, e facciamo una pausa merenda al Convitto Caffè (che non ero riuscita a provare nel mio precedente giro), appena girato l’angolo in Via San Francesco da Paola: the, infusi, centrifugati e una vasta scelta di torte. Se siete degli inguaribili golosi come me, provate il bis o il tris di torte a scelta, non rimarrete delusi. È arrivato il momento di dirigersi al B&B per una doccia e un pò di relax prima del programma serale. San Salvario è il quartiere perfetto per un’apericena, l’aperitivo con buffet, ma troverete anche una vasta scelta di ristoranti per tutti i gusti e tutte le tasche: avremmo voluto provare il ristorante piemontese Dai Saletta ma senza prenotazione era impossibile trovare un tavolo. Peccato, sarà per la prossima volta. Visto che eravamo un pò di corsa, abbiamo mangiato una crepe e una galette bretone da Adonis Creperie, in Largo Saluzzo; da lì abbiamo preso la metropolitana che ci ha portato in Piazza Statuto dove partiva il nostro tour guidato “Torino magica” organizzato da Somewhere Tours & Events. Visto che le loro visite sono super gettonate, occorre prenotare online ma si può pagare in contanti prima dell’inizio del tour. Due ore e mezza a spasso per Torino a piedi e in autobus per scoprire aneddoti, curiosità e dettagli sulla città Bianca e Nera. A Torino infatti la magia bianca (positiva) e quella nera (negativa) si incontrano e molti sono i richiami nelle statue, nei portoni dei palazzi e nelle architetture sparpagliate per il centro storico. La Massoneria ha rivestito un ruolo molto siginificativo nella vita politica cittadina negli anni del Risorgimento e qualche traccia è arrivata fino ai giorni nostri. Questa visita guidata è ben organizzata ed ha una funzione introduttiva alle tematiche legate alla magia e all’esoterismo: per quanto interessante, dopo una lunga giornata in giro non sono riuscita ad apprezzare fino in fondo questa visita guidata. Valutate quindi se vale la pena inserire questo o altri tour (questa agenzia organizza diversi tour a tema mistero, giallo, sotterraneo…) nel vostro programma, noi ci sentiamo di consigliarlo.

Capture2
Alcuni dei luoghi che visiterete durante il tour Torino Magica – foto tratta dal sito http://www.somewhere.it

La domenica mattina dopo la colazione ci aspettava la visita al Museo Egizio: avevo prenotato l’ingresso online tra i primi del mattino alle 9.30 per cercare di non trovarmi in mezzo alla ressa, nonostante questo il museo era già molto affollato. È disponibile un’audioguida ed esiste anche la versione dedicata ai bambini e ragazzi; noi abbiamo preferito visitare liberamente il museo soffermandoci sui numerosi pannelli esplicativi. Dopo Il Cairo, il Museo Egizio di Torino è il secondo per importanza a livello mondiale: potete quindi immaginare la vastità e qualità dei reperti disponibili che raccontano l’evolversi della civiltà egizia e lo studio dell’egittologia a Torino. All’interno del museo c’è un piccolo caffè con un delizioso affaccio su Piazza Carignano. La visita del Museo Egizio richiede quasi tre ore, ma non saltate le sale finali – in particolare la Sala dei Re – perchè sono di grande impatto. Da poco è stata aperto lo Spazio ZeroSei dedicato ai più piccoli fino a 6 anni con giochi e laboratori a tema egizio: per quanto sfingi, mummie e piramidi possano affascinare anche i più piccoli, credo che i bambini possano apprezzare questo museo solo dai 6/7 anni.

Torino-tra-magia-e-oriente-itinerario, nuseo-egizio
Il Museo Egizio e’ uno dei musei piu’ famosi di Torino: e come dargli torto? Quattro piani di immersione totale nella cultura dei faraoni e delle piramidi.

Usciti dal museo era ora di cercare un posto dove mangiare, ci siamo diretti in Largo IV Marzo dove tutti i locali avevano ancora il dehors aperto sulla piazza. Qui troverete diverse trattorie e pizzerie ed è un posto piacevole dove mangiare durante la bella stagione. Nell’ultima domenica di settembre era in programma la Festa del Balon – A spasso nel tempo, il mercartino dell’antiquariato e delle pulci che tutti i sabati si tiene nella zona di Porta Palazzo e Borgo Dora: era un’occasione imperdibile per assaporare quell’atmosfera vintage e alternativa che solo il Balon ha. Musica dal vivo, street food ma soprattutto di tutto di più in vendita in un melting pot culturale da quartiere di frontiera. Per me un giro a Torino significa un giro al Balon.

Torino-tra-magia-e-oriente-itinerario, Balon
Il Balon, il mercatino delle pulci e dell’antiquariato e’ una tappa fissa quando vado a Torino.

Il nostro finesettimana stava volgendo al termine, ma mentre tornavamo verso il nostro B&B per recuperare i bagagli ci siamo soffermati tra i vicoli del Quadrilatero ed abbiamo scoperto una bottega specializzata in dolci piemontesi Il Dolce Canavese : la nocciola delle Langhe è la regina con i Noasetti e la torta Nocciolina, ma anche la selezione di biscotti secchi tra cui torcetti, paste di meliga al passito e krumiri con essenza di vaniglia bourbon non scherzano.

Un altro piccolo souvenir da portare a casa sono le pastiglie Leone, delle caramelle colorate e dalle infinite fragranze che vengono prodotte a Torino da oltre 160 anni. Particolarmente amate dai Savoia e da Cavour, queste pastiglie nelle loro tipiche scatole di cartone sono un modo perfetto per continuare a portare Torino in tasca.

Anche stavolta Torino non ha tradito le mie aspettative e mi ha regalato due giorni tra magia e oriente: questo è solo un arrivederci.

Leggi anche:

Dove mangiare a Torino: 6 + 3 posti locali da non perdere

7 ottimi motivi per visitare Torino (e non voler andare piu’ via)

Annunci

31 Comments

  1. Che bell’itinerario, Torino l’ho sempre vista male e di sfuggita e da Milano sarebbe pure comodo arrivarci. Ottimi spunti!

    Mi piace

  2. Il Museo Egizio per noi bambini della provincia era una tappa fissa di TUTTE le gite delle elementari e delle medie, quindi per un po’ di anni l’ho evitato 😉 Ci sono tornata però di recente ed è una cosa spettacolare!
    Il fascino “magico” di Torino è fonte di tante storie misteriose che mi affascinano tantissimo, ma non ho ancora avuto occasione di provare uno di questi tour – devo rimediare!

    Mi piace

  3. Ma che bello il vostro itinerario!
    E’ da un po’ che voglio tornare a Torino.. anche perchè vorrei mostrare ad Andre il museo Egizio.. che secondo me merita davvero molto!
    Terrò in mente anche il vostro B&B perchè mi sembra molto carino! 🙂

    Mi piace

  4. Sono piemontese quindi ho apprezzato molto il tuo itinerario. Interessanti i luoghi che hai segnalato x apprezzare le specialità piemontesi! Grazie

    Mi piace

      1. Nonostante io sia salentina, ho abitato per ben tre anni a Torino (mi sono trasferita solo 5 mesi fa a Padova). È veramente una città meravigliosa, ricca di cose da vedere e di panorami bellissimi. Ogni qualvolta facevo fare un tour a qualche mio amico o parente che veniva a trovarmi, rimanevo sempre sorpresa della sua bellezza… mi è rimasta nel cuore!

        Mi piace

  5. Bello!!! Torino è una delle città più mistiche ed esoteriche d’Italia quindi il tour mi sembra perfettamente centrato… Io ci sono stata soltanto una volta ma ho visitato solo il Museo dell’Auto, ben poco spirituale e magico!

    Mi piace

  6. Mi hai dato degli ottimi spunti per la prossima visita. Ci vado ogni anno, ma poi finisco per fare sempre gli stessi giri. Invece qui ci sono degli itinerari diversi dal solito tour. Complimenti!

    Mi piace

  7. Bella bella bella Torino! Lo scorso inverno ci sono stata per una settimana e ho girato come una trottola, eppure ci sono tantissime cose che non sono riuscita a vedere! Il suo volto magico ed esoterico mi ha affascinato molto, l’ho cercato un po’ in autonomia, ma un tour della Torino magica interesserebbe moltissimo anche a me, grazie per la dritta! 🙂

    Mi piace

  8. Nonostante la conosca da anni, Torino non smette mai di sorprendermi. Le luci e le ombre dei palazzi del centro, i mille palazzi storici pieni di cose da insegnare, le vie un po’ più strette e piene di segreti che si allontanano, poco a poco, dal centro storico.. amo Torino, pure se spesso vorrei cambiarla tutta.. Rivederla attraverso il tuo sguardo è stato proprio un piacere! 🙂

    Mi piace

  9. La mia città tanto bella e interessante!! Post molto dettagliato e utile, Torino magica l ho fatta anni fa e non me la ricordo, però assolutamente da consigliare! E il museo egizio è un must!!

    Mi piace

  10. Il mio ragazzo ama l’Egitto, la domanda non è se andremo a Torino, ma bensì quando!
    Oltre al museo Egizio mi incuriosisce il museo dell’antico Oriente e sicuramente farò tappa al mercatino delle pulci, che non conoscevo.
    È il bello di leggere gli articoli di chi viaggia, si scopre sempre qualcosa di nuovo (e di utile!) 😊

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...