50% emozione, 50% libertà, 100% Nuova Zelanda: il mio viaggio agli antipodi

Nuova Zelanda

#12mesiper12blogger entra nella sua fase clou! Dopo i primi assaggi di Nuova Zelanda attraverso le foto pubblicate nelle domeniche precedenti su Instagram e Facebook, oggi finalmente possiamo vedere la Nuova Zelanda attraverso le parole e le immagini di Agnese di Illbrightback.

Ho viaggiato per gran parte della Nuova Zelanda da febbraio a luglio del 2017: il viaggio è durato poco meno di 5 mesi ed è stato –lo dico così semplicemente, ma in queste parole c’è tutto un mondo!- il viaggio più significativo e sorprendente della mia vita.

Siamo partiti in coppia a luglio 2016, e abbiamo vissuto per circa 7 mesi a Nelson, una cittadina molto graziosa sulla costa settentrionale dell’Isola Sud. Io lavoravo come ragazza alla pari, il mio compagno come cuoco in una caffetteria: con vitto, alloggio e un buono stipendio settimanale, siamo riusciti a vivere Nelson e le nostre nuove amicizie senza troppe rinunce, mettendo però da parte un bel po’ di denaro. Sapevamo che difficilmente l’avremmo riportato a casa: ci sarebbe servito per il nostro lungo viaggio!

 Il mio personale viaggio in Nuova Zelanda

Dopo un’attenta ricerca e qualche minuscolo momento di sconforto, a gennaio 2017 abbiamo acquistato il nostro van, un furgoncino della Mitsubishi del 1989 (eravamo coetanei!) che abbiamo immediatamente rinominato OJ. Abbiamo trascorso circa un mese a sistemarlo: ogni nostro momento libero è stato impiegato a pulire, progettare, costruire. Alla fine, da un furgoncino vuoto e malconcio abbiamo ricavato la nostra nuova casa: un letto solido e comodo, due “comodini” appesi ai montanti, una “zona giorno” con il lavandino, il fornelletto da campeggio e tutti gli utensili necessari per vivere e sopravvivere in una manciata di metri quadrati. L’eccitazione era alle stelle quando, a inizio febbraio, abbiamo salutato la nostra famiglia ospitante e abbiamo dato il via alla nostra indimenticabile avventura!

Nuova Zelanda
Il nostro OJ, il minivan che ci ha accompagnato alla scoperta della Nuova Zelanda

E che dire! La vita in van è stata molto difficile, in molti casi: è stancante dormire lì dentro, non avere molto spazio per muoversi, dover vestirsi e spogliarsi e fare qualsiasi cosa all’esterno, anche sotto la pioggia e al freddo dell’inverno neozelandese; è stata dura, spesso, dover usare solo bagni pubblici, lavarsi i denti in mezzo ai boschi, svegliarsi con la condensa sulle nostre teste, guidare per ore, poter solo sognare tutte le comodità che diamo sempre per scontate. Però…eh vabbè, che ve lo dico a fare: vivere in questo modo regala una libertà che non si può descrivere. È la forma più pura, la forma più luminosa di libertà: potersi fermare nel luogo che ci ispira di più, cambiare direzione all’ultimo momento, fare colazione di fronte al mare, svegliarsi con il canto dei galli. È un’esperienza non per tutti e certo non per tutta la vita, ma è qualcosa che sognavo da tanto di fare e di cui non potrò mai pentirmi, anzi! Sono molto orgogliosa e felice di aver vissuto così, anche se solo per qualche mese.

Nuova Zelanda Tramonto
Il tramonto incendia il cielo

 La natura: la vera attrazione neozelandese

La Nuova Zelanda è stata la destinazione perfetta per un viaggio di questo tipo (infatti la vita in furgoncino o camper è piuttosto comune in questo Paese). Al di là dello stile di viaggio che si vuole intraprendere, dal più basico al più comodo, consiglio con tutto il cuore la Nuova Zelanda a chi è un grande amante della natura. In Nuova Zelanda, infatti, si va principalmente per godere dei paesaggi naturali; ci sono città belle e interessanti –come Wellington, Dunedin e Auckland, ad esempio-, ma è la natura che sa regalare emozioni fortissime: i colori sono nitidi e dalle sfumature mai viste, i paesaggi sono unici, a volte sembrano davvero dei dipinti oppure gli schermi perfetti di un computer. La Nuova Zelanda è quindi perfetta per chi voglia allontanarsi temporaneamente dal caos cittadino per tuffarsi corpo, anima e cuore in una natura che è protagonista sempre, pazzesca ed estremamente variegata. Eh sì, perché tra l’Isola Nord e l’Isola Sud si incontrano ambienti naturali di tutti i tipi: dalle montagne innevate alle spiagge di sabbia fine, dalle foreste rigogliose alle scogliere scarne, e poi ghiacciai, colline, campi coltivati, laghi di tutte le dimensioni, pascoli, vulcani, terre brulle e desolate, aree geotermali dai colori impossibili, cascate e fiumi…ci siamo capiti, vero?

Le spiagge della Nuova Zelanda
Le spiagge della Nuova Zelanda: non c’e’ bisogno di aggiungere altro vero?!!

Se non in Nuova Zelanda…dove?

Non saprei consigliarvi un posto preciso da visitare, ma so per certo che tutti i miei luoghi preferiti della Nuova Zelanda sono caratterizzati da una natura epica, emozionante, unica. Il trekking a Mount Cook -il monte più alto del Paese-, il giro in elicottero sui ghiacciai Franz e Fox, i fiordi di Marlborough Sounds, la zona geotermale di Rotorua, il promontorio di Cape Reinga, i sassi fantascientifici di Castle Hill, e altre decine e decine di luoghi impressionanti, che mi hanno lasciato senza fiato. Sono stati cinque mesi di scoperte continue, un giorno dopo l’altro…così tanto che alla fine mi sembrava di scoppiare di Bellezza! Per cui ecco, è questo che vi consiglio: se organizzate un viaggio in Nuova Zelanda, fatelo avendo la natura in mente, e pianificate un itinerario alla scoperta dei luoghi naturali più unici del Paese dei Kiwi.

Nuova Zelanda Isola del Nord
Siamo sulla punta Nord della Nuova Zelanda tra mille sfumature di blu

Se cerchi invece esperienze da fare in Nuova Zelanda e in nessun altro luogo del mondo…vorrei parlarti di due cose.

Primo: la Nuova Zelanda è la patria degli sport estremi, per cui questo è il posto giusto per provare! Non importa essere la persona più avventurosa del mondo: ci sono tantissimi sport o attività più o meno estreme da provare per far salire un po’ l’adrenalina e divertirsi senza pensieri! Prova la Swing ad esempio, oppure la zipline, il bunjee jumping o lo shotover. Perfetta la via ferrata nei panorami neozelandesi, oppure anche “solo” il kayak, la canoa, la bici o il trekking.

Nuova Zelanda sport
La Nuova Zelanda e’ la patria delle attivita’ all’aria aperta e degli sport estremi

Secondo: se decidi di avventurarti nel Paese dall’altra parte del mondo rispetto all’Italia, dedica qualche momento del tuo viaggio alla scoperta della cultura Maori. I Maori abitano la Nuova Zelanda da tempi immemori e vantano una cultura, una lingua e delle tradizioni uniche, che valgono davvero la pena di essere scoperte in maniera un po’ più approfondita. Basta visitare un museo dedicato o assistere a una cerimonia tradizionale…vi prometto che le emozioni a fior di pelle saranno assicurate!

Nuova Zelanda Maori
Un viaggio in Nuova Zelanda significa scoprire la cultura Maori

 L’ispirazione per un viaggio in Nuova Zelanda

Se non siete convinti di partire, oppure non avete modo di affrontare questo lungo viaggio, esiste la possibilità di fare il pieno dei paesaggi neozelandesi stando comodamente seduti in poltrona: basta accendere la TV e godersi i film de Il Signore degli Anelli! Che siate amanti del genere o meno, la prossima volta che guardate i film concentratevi sulle scenografie: tutte le scene del film sono state girate in Nuova Zelanda, patria di Peter Jackson (il regista dei film). Scoprirete le lande infinite ricoperte di tussock giallo, i picchi rocciosi e innevati, i fiumi e le cascate, e moltissimi angoli naturalistici di rara bellezza! Una volta in Nuova Zelanda, poi, potrete ritrovare molti di questi set lungo il vostro itinerario: scorgerete il profilo insolito del Monte Fato, ad esempio, oppure, tra i set non-naturali, potrete visitare Hobbiton, la deliziosa e allegra Contea degli Hobbit.

Hobbiton Nuova Zelanda
Ed eccoci a Hobbiton, il set de Il Signore degli Anelli

Vi è piaciuto il racconto di Agnese? Le sue foto fanno venir voglia di fare armi e bagagli e volare dall’altra parte del mondo per scoprire questo paese incantato. Io sono stata in Nuova Zelanda nel lontano 2007 attraversando le due isole a bordo di un camper e lo ricordo come un viaggio incredibile.

Se siete curiosi di sapere quale Paese scopriremo a febbraio insieme ad una nuova blogger, non perdetevi #12mesiper12blogger! Seguitemi su Facebook e Instagram e viaggeremo insieme alla scoperta del mondo.

Annunci

39 Comments

  1. Hai permesso a tantissimi bellissimi ricordi di affiorare alla mia mente…rileggendo mi rendo conto che sia stato un viaggio per me epico, sono davvero felice di averlo fatto! Grazie mille per avermi dato quest’opportunità di raccontare a parole e immagini di questa mia indimenticabile esperienza 🙂

    Piace a 1 persona

  2. Il racconto mi ha davvero emozionato, ma devo dire la verità… Ho continuato a leggere solamente per OJ, è il mio sogno da una vita, e mi ha dato un’immensa soddisfazione vedere che non sono l’unica “pazza” che ha idee del genere!

    Mi piace

  3. bellissimo leggere un racconto che a parte il viaggio in un posto straordinario racconta anche storia vissuta! Come sport un pochino estremo vicino Rotorua feci il rafting con 10 metri di salto! indimenticabile!

    Mi piace

  4. Un viaggio davvero emozionante!! Immagino quanto sia stata dura la vita in un van…ma il senso di libertà..impagabile!! Spero di fare anche io un giorno un’esperienza così! E ora voglio assolutamente andare in Nuova Zelanda, le foto sono meravigliose!

    Mi piace

  5. È stato senza ombra di dubbio uno di quei viaggi che ricordi per tutta la vita! E le foto di questi luoghi ti fanno davvero venir voglia di visitarla, sia per i paesaggi epici che per fare un giro in tanti luoghi legati all’immaginario narrativo come la Contea degli Hobbit!

    Mi piace

  6. Ho seguito Agnese “in diretta” durante il suo viaggio. Anche il mio compagno ha vissuto per un anno in Nuova Zelanda e ne parla sempre con gli occhi a forma di cuoricino. Prima o poi ci andremo!

    Mi piace

  7. Conosco Agnese e la sua fantastica esperienza in Nuova Zelanda. Ha detto una parola che mi è entrata in testa: epica. E in effetti sembra così la natura dell’isola… Spero un giorno di andarci!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...