Impressioni olandesi: l’erba del vicino NON é sempre piú verde

Sono appena tornata da un viaggio di lavoro in Olanda con la consapevolezza che l’erba del vicino NON é sempre piú verde. Amo viaggiare, scoprire posti nuovi e la cultura del popolo che lo abita e negli anni mi sono trovata spesso a classificare il mondo in cittá dove andrei ad abitare almeno per un po’, posti dove comunque vale la pena tornare in vacanza prima o poi e luoghi che non mi hanno convinto fino in fondo.

Conosciamo tutti i difetti della nostra cittá natale e dell’Italia piú in generale; quando si viaggia é piú facile rimanere colpiti dagli aspetti positivi di un altro Paese, ma se si gratta la patina che c’é in superficie a volte ci si accorge che magari la polvere é stata spazzata sotto al tappeto.

L’erba del vicino é sempre piú verde? No, chi ha scelto una vita da expat lo sa molto meglio di me: in ogni Paese ci sono pro e contro, sia che si tratti di un viaggio di piacere, di lavoro o di trasferirsi davvero a vivere lí. Sta ad ognuno trovare un proprio equilibrio e stilare la propria personale classifica di posti dove abitare o ritornare.

Impressioni olandesi
Il colore blu e i mulini a vento sono altri due simboli di olandesita’.

Se vi state chiedendo dove colloco l’Olanda, la risposta é semplice: é un Paese dove vorrei tornare in vacanza, ma dove non potrei mai abitare. Ora vi spiego perché uno dei Paesi sempre in pole position come qualitá della vita non fa per me.

  1. Clima: per una metereopatica il clima olandese é un incubo. Il sole é una raritá, d’inverno le giornate sono significativamente piú corte rispetto alle nostre e c’é la nebbia (che ad esempio in Germania non ho mai visto). Se pensate che la Pianura Padana sia un girone infernale, provate il meteo olandese.
  2. Cibo: lo ammetto noi italiani partiamo molto avvantaggiati (o svantaggiati) a seconda dei punti di vista. Di sicuro mangiare tramezzini carichi di salse ogni santo giorno a pranzo non é il massimo. Condimenti, miscugli, fritture e accostamenti curiosi sono un must della cucina olandese: con i camerieri spesso é piú lunga la lista dei senza (senza salse, senza formaggio…) che non l’ordine di per sé. Sono stata via quattro giorni e giá desideravo un piatto di pasta come un tossico in astinenza.
  3. Traffico & Mezzi pubblici: ho scoperto durante quest’ultimo viaggio che l’Olanda é davvero un Paese molto trafficato con code all’ordine del giorno nel tragitto casa lavoro. I mezzi pubblici offrono un servizio capillare, ovviamente a tariffe piú alte rispetto alle nostre. Poi capita che un treno indicato sul tabellone non passi e sparisca da un secondo all’altro. E quando ho chiesto informazioni, la risposta piuttosto lapidaria é stata “Non é passato. Prenda il prossimo”.
  4. Pulizia: la pulizia e la cura del dettaglio non sono il loro forte. Vi faccio un esempio: il secondo giorno abbiamo mangiato i nostri famosi tramezzini in mezzo a piatti e bicchieri sporchi del giorno prima. Sarebbero bastati cinque minuti per sistemare la stanza e presentare il pranzo in maniera piú curata.
Impressioni olandesi
I tulipani sono il simbolo per eccellenza dell’Olanda. Li troverete ovunque.

Ci sono peró alcuni aspetti della cultura olandese che apprezzo e che vorrei importare nel nostro Belpaese.

  1. Equilibrio vita privata/lavoro: grazie ad un mondo del lavoro piú flessibile, esistono svariate forme di part time che permettono di conciliare meglio le esigenze familiari con il lavoro. Gli straordinari sono una raritá ed i ritmi sono meno serrati. Tutto questo é possibile grazie essenzialmente ad una burocrazia molto semplificata ed al rispetto delle regole da parte di tutti. E se un lavoro non mi piace piú? Trovarne un altro non é poi cosí difficile!
  2. Atmosfera raccolta: questo aspetto é tipico in tutto il Nord Europa ed é diventato ormai famoso grazie alla parola Hygge danese. Le case ed i locali si animano di luce soffusa, in particolare con candele; gli ambienti sono arredati in maniera accogliente dando un’impressione di relax. Tutto rimanda ad un’idea di intimitá.
  3. Multiculturalitá: l’Olanda é storicamente un crogiolo di razze, terra aperta ed accogliente che ha saputo integrare le varie etnie nel rispetto delle diversitá. Anche l’Italia sta lentamente andando in questa direzione, lo si vede subito nelle nuove generazioni, ma la via per una vera integrazione é ancora molto lunga.
Impressioni olandesi
Interno di un ristorante: foto, luci soffuse, accostamenti di colore. Tutto cerca di ricreare un’atmosfera accogliente.

Devo ammettere che viaggiare per lavoro é molto diverso da una vacanza: in questo caso causa volo cancellato abbiamo dovuto rimandare la nostra passeggiata in giro per Amsterdam, ma questi quattro giorni sono stati sufficienti per confermare queste mie impressioni olandesi. Un Paese multiculturale con buone prospettive lavorative ma non cosí accogliente da farmi desiderare di cambiare vita. Sicuramente mi piacerebbe tornare ad Amsterdam e visitarla con piú calma, o esplorare la campagna in primavera quando diventa arcobaleno per la fioritura dei tulipani. E voi siete stati in Olanda? Raccontatemi le vostre impressioni!

 

 

Annunci

48 Comments

  1. Hai sicuramente ragione sul fatto che in ogni posto ci sono pro e contro. Ho vissuto a Parigi, e a chi mi dice che è meravigliosissima rispondo solo di provare a viverci un annetto… comunque dobbiamo cercare di prendere il meglio di ogni situazione che vediamo e di trasportarlo nella nostra vita, la contaminazione virtuosa è l’unica via per migliorare!

    Mi piace

  2. Concordo sul fatto che ogni paese abbia i suoi ‘lati oscuri’ e anche io alla fine di un viaggio mi ritrovo spesso a pensare se in quel luogo riuscirei o meno a viverci. Per ora dei vari posti che ho visitato, solo 3 mi hanno convinto al 100% e mi hanno fatto venir il pensiero di trasferirmi.
    In Olanda – di cui io ho però visto solo Amsterdam – non potrei abitare nemmeno io soprattutto per il cibo e il.clima! Sulla pulizia ho però avuto un’impressione molto diversa dalla tua , chissà..

    Mi piace

    1. Amsterdam come molte capitali e’ un microcosmo a se’ stante. Gli alberghi o certi spazi pubblici (le toilette dei treni ad esempio) in generale sono puliti, mentre ho trovato meno cura nella pulizia ad esempio dei bagni dei locali o in certi uffici. Ma ovviamente non si puo’ fare di tutta l’erba un fascio.

      Mi piace

      1. Poca pulizia in bagni pubblici?!! Sei stata sfortunata! Te lo dico xké in 5 anni credo di aver visitato il 50% dei bagni olandesi (sono una nota pisciona) e ho sempre trovato pulizia e carta igienica, anche in discoteca il sabato sera… X dire! Uffici intendi pubblici? Perché anche lì ho sempre trovato molta cura… In generale gli olandesi curano molto la res publica..

        Mi piace

  3. È verissimo, ci sono pro e contro! Noi abbiamo vissuto in Australia (pochi contro, tanti pro) e Nuova Zelanda (pochi pro, tanti contro) ma alla fine nessun paese è perfetto! Ero parecchio gelosa degli abitanti di Amsterdam, città che amo, ma dopo le tue considerazioni ci sto ripensando! Evviva il sole!!

    Mi piace

    1. Davvero avete trovato tanti contro in Nuova Zelanda? Io l’ho girata solo per un mese e me ne sono innamorata, peccato che sia così agli antipodi. Credo che ogni viaggio ed ogni esperienza siano soggettive, c’è molta gente che si trasferisce in Olanda ad esempio.

      Mi piace

  4. Sono stata in Olanda, ad Amsterdam, soltanto 15 anni anni fa durante l’interrail, per cui ne ho un ricordo molto lontano. Però se devo scegliere una meta europea in cui tornare, sono sicura che non sarebbe la mia prima scelta

    Mi piace

  5. Non sono ancora stata in Olanda se non per un brevissimo scalo all’aeroporto di Amsterdam però da viaggiatrice ed expat rientrata in Italia posso confermare la tua teoria dei pro e contro, per qualcuno magari il cibo è meno importante e si adatta, per altri il traffico, ecc… e poi c’è anche la lingua, perché senza una perfetta comprensione delle varie sfumature del linguaggio non si può conoscere davvero la cultura di un paese secondo me

    Mi piace

  6. Sono d’accordo anche io, vivere un paese in vacanza e viverlo “viverlo” è decisamente un’altra cosa. In vacanza tutto è bello, tutto è un’avventura. Quando ci si vive, è decisamente un’altra cosa…

    Mi piace

  7. Mai stata in Olanda! Come tutti i paesi vedo che vi sono sia pregi che tanti difetti. Sul cibo hai ragione, per noi italiani è cmq difficile abituarci a qualsiasi cucina che non sia la nostra! Certo per la conciliazione famiglia/lavoro…nel nord Europa sono sempre 2/3 passi avanti…

    Mi piace

    1. Secondo me l’Olanda merita una vacanza in primavera quando fioriscono i tulipani o in estate per godersi il clima migliore. Però finisce un po’ li. Sarebbe bello invece importare le sane abitudini del nord Europa sul sostegno alla famiglia.

      Mi piace

  8. Io ci sono stata da piccola e l’unica cosa che ricordo, oltre ad un mulino a vento e tanti tulipani, sono le fontane di Amsterdam a forma di organi genitali, quelle non me le dimenticherò mai! Però è una terra che mi ispira molto, come hai detto tu ogni paese ha i suoi pro e contro 🙂
    PS. Questo articolo mi ha fatto ridere un sacco!

    Mi piace

  9. concordo con questo tuo post. In questo momento sono in Irlanda ospite di una famiglia splendida, ma ci sono comunque cose che non comprendo (non parliamo del cibo che è meglio), basterebbe poco, ma per loro si vede che è comunque troppo e non nelle loro corde…

    Mi piace

  10. Ho vissuto 5 anni in Olanda quindi credo di conoscerla abbastanza bene e poterti fare un commento a riguardo. Pro:lavoro (condizioni, stipendio, flessibilità, etc), servizi pubblici, mezzi pubblici,spazi verdi, istruzione,pulizia e sicurezza, ospedali che sembrano hotel 5 stelle… Ho partorito a Rotterdam ed é stata un’esperienza meravigliosa (tutto ciò che é pubblico insomma)… Contro:clima, lingua, cultura (gli olandesi sono gentili e disponibili ma molto individualisti), sanità perché si paga un’assicurazione di circa 80-100euro.
    Non hanno una cultura culinaria e ne sono consapevoli ma puoi fare il giro del mondo mangiando in tutti i ristoranti stranieri possibili e immaginabili.
    A me l’olanda ha dato tantissimo e le sarò sempre grata❤️

    Mi piace

  11. Io ho conosciuto due olandesi in Germania e sono state le persone con cui ho legato di più. Hanno un modo di vivere così rilassato e naturale che adoro! Sicuramente ci sono tantissimi lati negativi, come il meteo che è davvero assurdo. Però quanto mi affascina! Sei fortunata a poter viaggiare per lavoro e poter osservare così da vicino la vita di tutti i giorni.

    Mi piace

  12. Sono stata ad Amsterdam solo per un brevissimo giorno, quindi non posso davvero dare un giudizio su questo paese. Però sono un’expat, vivo in Andalusia e anch’io cerco di classificare i posti che visito (ci vivrei, ci andrei in vacanza, non ci rimetterei più piede). Nella mia testa ho ben chiare quali sono le mie priorità e so con che cosa non scenderei mai a patti. Per fortuna siamo in tanti e tutti diversi, altrimenti abiteremmo tutti nella stessa città perfetta….e sai che noia! 😉

    Mi piace

  13. Ciao Laura, ho letto con molto interesse il tuo post, visto che sono proprio in partenza per l’Olanda: decollo dopodomani e torno il 5 e il mio giro comprenderà Amsterdam, Utrecht ed Eindhoven. Sono contenta che tu abbia espresso i tuoi pensieri in maniera critica e non solo idilliaca. Credo che la cosa peggiore che dovrò affrontare sarà proprio il cibo! Ad ogni modo, leggerai le mie impressioni per il comment Friday della settimana del 5 😀

    Mi piace

    1. Buon viaggio Robi. Credo che Amsterdam ti piacera’ perche’ e’ una citta’ affascinante. Devo ammettere che viaggiare per lavoro e viaggiare per passione e’ molto diverso e purtroppo stavolta non ho avuto la possibilita’ di ritagliarmi uno spazio per me. Cio’ non toglie che, potendo scegliere dove trasferirmi, l’Olanda non sarebbe di sicuro nella mia top ten.

      Liked by 1 persona

  14. Il tuo punto di vista è interessante, e ne condivido una buona parte. L’Olanda dagli italiani è vista come un paradiso (freddo, ma comunque un paradiso), ma nonostante abbia visitato molte città olandesi, se proprio dovessi scegliere un Paese nordico in cui trasferirmi, l’Olanda non sarebbe la mia prima scelta!

    Mi piace

  15. Sono stata in Olanda 3 giorni di cui 2 ad Amsterdam. Non ho potuto constatare quello che scrivi perché ho girato di giorno da turista che la sera tornava in camper a cucinare e dormire. Credo però che ogni Paese ha i suoi pro e contro, poi sta a noi decidere quello che si adatta meglio al nostro modo di vita

    Mi piace

  16. Mi piace leggere anche gli aspetti negativi di un Paese. Sul cibo e il clima ci avrei scommesso: l’Italia è imbattibile! Sono invece rimasta sorpresa per quanto riguarda i mezzi pubblici, mi sarei aspettata una super puntualità

    Mi piace

  17. La realtà non è mai tutta in bianco o tutta in nero; non esiste il luogo perfetto e, in fin dei conti, ogni volta bisogna accettare il compromesso. L’importante è trovare un equilibrio e vivere come meglio si crede ^_^

    Mi piace

    1. Grazie mille! Ogni viaggio e’ un mondo a se’, e viaggiare per passione nel proprio tempo libero e’ molto diverso rispetto a farlo per lavoro. Spero di avere l’occasione di rivedere l’Olanda da turista, per scoprirla con occhi diversi.

      Mi piace

  18. Ciao Laura io sono stata solo ad Amsterdam in vacanza e sono stata fortunata perchè per tutta la settimana ha fatto bel tempo . Ho assistito agli aperitivi sul canale alla vivacità serale e diciamolo ci sono dei ragazzi ( anche ragazze) veramenti carini. Capisco il tuo discorso su ” ogni mondo è paese” . Io ho vissuto a Parigi. Ma diciamocelo siamo noi Italiani che amplifichiamo le bellezze degli altri , gli altri popoli sono molto più nazionalisti …. a presto

    Mi piace

  19. Io vivo all’estero da anni e confermo l’idea dell’erba del vicino, anche se io nella mia vita ho incontrato due tipi di personaggi (che cerco di evitare): quelli che ti fanno sentire “in colpa” perché hai lasciato l’Italia, perché “fai la bella vita” (da nababbi proprio ahah) eccetera eccetera e quelli che invece ti guardano con compassione perché vivi all’estero, “oddio mi dispiace, ti manca il sole vero? E il cibo? E la mamma?” 😀 diciamo che il mondo è bello perché vario!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...